Attendevamo il primo consiglio comunale svoltosi il 6 settembre per avere risposte su alcuni questi posti riguardo la viabilità dell’area Emisfero e l’attigua via stradella.

Ebbene, le risposte che il vicesindaco Bozzetto ci ha fornito non sono affatto soddisfacenti.

Non ci sono certezze sui tempi di intervento (non ritenuto urgente) riguardo la manutenzione, la realizzazione della rotonda e l’eliminazione del divieto d’accesso di via Stradella.

Riguardo l’intervento più importante, ovvero la revisione della viabilità d’accesso al quartiere Primo Maggio e le sostanziali modifiche agli accessi dei parcheggi dell’Emisfero/Multisala, ci è stato dato come termine dei lavori la fine dell’anno. Ci sembra strano, visto che ad oggi non esiste un progetto preliminare, che la variante urbanistica deve passare per il consiglio comunale e che c’è bisogno di rivedere sostanzialmente la convenzione con le proprietà. Gli stessi uffici comunali confermano che sarà molto difficile, se non impossibile, che si possano vedere le ruspe entro il 2010. Altro che completare l’opera. I soliti annunci del vicesindaco a cui non fanno seguito i fatti.

Ma la risposta più inquietante c’è stata data alla domanda inerente le frequenti violazioni del divieto di accesso in via stradella da parte degli automobilisti. Il vicesindaco, in nome del Sindaco, ci ha risposto che è a conoscenza del problema. Sono parole sconcertanti, il vicesindaco è a conoscenza che frequentemente  delle auto transitano contromano in un tratto di strada e risponde con un laconico “siamo sempre stati a conoscenza del problema”. Una risposta che potrebbe arrivare a prefigurare il reato di omissione di atti di ufficio, oltre ad evidenziare la leggerezza con cui si interviene, o meglio non si interviene, sui problemi.

Qui il testo integrale di interrogazione e risposta

.